Diabete e salute orale, correlazione pericolosa

Il diabete impone grande attenzione all’igiene orale. Denti e gengive si rovinano più facilmente, dando luogo a infezioni che possono a loro volta innalzare la glicemia. Lunghi periodi di iperglicemia danneggiano infatti le gengive rendendo molto più probabile una infezione. Per i pazienti affetti da diabete effettuare regolarmente visite odontoiatriche di controllo è un momento importante del processo di cura ma proprio costoro – rispetto a chi ha una condizione di prediabete o non presenta la patologia – tendono a recarsi meno dal dentista. Con il fatto che, a oggi, l’incidenza del diabete in Italia sembra aumentare.

Un fatto preoccupante visto che gli stessi ricercatori mettono in luce come visite regolari dal dentista permettono di rilevare sul nascere problematiche parodontali e di avviare il prima possibile un loro trattamento, con un impatto sul controllo della glicemia nel sangue e una prevenzione di complicanze.  Ma ancora di più lo è se il quadro viene incrociato a quanto emerge dall’11esimo Italian Diabetes & Obesity Barometer Report che ha messo in luce come in Italia, secondo i dati Istat del 2016, sono oltre 3 milioni e 200mila le persone che dichiarano di avere il diabete, con una percentuale sull’intera popolazione che è passata, nel giro di trent’anni, dal 2,9 al 5,6%. E secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, non solo è raddoppiata la diffusione del diabete di tipo 2, ma lo è anche la mortalità legata alla patologia o alle complicazioni e, stando alle previsioni al 2030, il diabete potrebbe rappresentare, in Europa, la quarta causa di morte.

Il problema della persona con il diabete non è la quantità di zucchero presente nella saliva o ‘in bocca’, diciamo così. Non è nemmeno la carie; il danno avviene soprattutto a livello di gengive: il paziente diabetico scompensato ha infatti meno difese degli altri e quindi è più esposto alla formazione della placca batterica e risponde peggio alle infezioni. Una ricerca che abbiamo fatto dieci anni fa su un campione di persone appena arrivate da noi, il che non vuol dire all’esordio perché generalmente noi trattiamo solo casi ‘complicati’, mostra che circa l’80% di queste persone avevano una infezione delle gengive e il 60% era privo di uno o più denti. Non è un caso: la gengiva infiammata infatti tende a ritrarsi, l’osso si demineralizza e il dente inizia a ‘ballare’ e cade, pur essendo magari perfettamente sano.

Le cure che si possono mettere in atto sono l’ablazione del tartaro e della placca, la rimozione della gengiva esuberante delle sacche gengivali eliminando il tessuto infetto, controllare la pulizia della bocca.


STUDIO DENTISTICO CAPPELLETTI DR. LUIGI
PI 02560940245
C.F. CPPLGU64B16G224W

Per informazioni scrivere a: info@smilegarden.it


Seguici su:



SEDE DI VICENZA
Via Carlo Mollino, 35
36100 Vicenza
Tel. 0444 304919
Cell. e WhatsApp 346 3091669

ORARI DI APERTURA DELLO STUDIO   
Lunedì         8.30 - 20.00
Martedì       8.30 - 19.30
Mercoledì   9.00 - 19.00
Giovedì       8.30 - 19.00
Venerdì       8.30 - 15.45 (solo urgenze)
Sabato        2 sabati/mese 9.00 - 13.00

SEDE DI CORNEDO VICENTINO
Via G. Garibaldi, 12
36073 Cornedo Vicentino (VI)
Tel 0445 952202
Cell. e WhatsApp 348 2976312

ORARI DI APERTURA DELLO STUDIO
   
Lunedì         14.00 - 20.00
Mercoledì   10.00 - 20.00
Venerdì       14.00 - 20.00





Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi