I denti sensibili

I DENTI SENSIBILI

Sono molteplici le fenomenologie che possono ricondurre alla sensibilità dei denti; lievi fitte, dolori più intensi che possono protrarsi per ore oppure indizi che possano far presagire gravi problemi dentali.

CHI NE SOFFRE

Bisogna chiarire che la sintomatologia può manifestarsi in qualsiasi momento e che, tendenzialmente, ne è affetta più comunemente quella fascia d’età compresa tra i 20 e i 40 anni. Ma può interessare la prima adolescenza come oltre i 70 anni e, generalmente, le donne sono più predisposte rispetto agli uomini.

LE CAUSE

La porzione di dente visibile possiede uno strato di smalto che funge da protezione per la dentina più morbida sottostante. Se questa è esposta, ecco che il dente diventa sensibile; solitamente perché vengono a contatto il dente stesso e la gomma e, contestualmente, è molto più esiguo lo strato di smalto. Qui di seguito riportiamo alcune delle cause scatenanti la sensibilità:

1) La dentina esposta può diventare sensibile (in modo particolare dove gengive e denti si incontrano) per una scorretta tecnica di spazzolatura, come ad esempio da un lato all’altro, o semplicemente perché si spazzola con troppa veemenza.

2) La perdita di smalto dei denti, fenomeno meglio noto come “erosione dentale”, provocata da attacchi di acido proveniente da bevande e cibi. La sensibilità si manifesta perché lo smalto viene eroso con conseguente esposizione della dentina sottostante.

3) Naturalmente, purtroppo! Infatti le gengive possono restringersi all’indietro facendo così in modo da esporre le radici dei denti che, stando così le cose, si trovano sprovviste di smalto per salvaguardarle.

4) Accumuli di tartaro o placca possono indurre il ritirarsi della gengiva lungo il dente e, malauguratamente, la disintegrazione del supporto osseo dello stesso; la situazione può peggiorare ulteriormente per il formarsi di “tasche” nelle gengive attorno al dente rendendo molto problematica la pulizia dell’area interessata.

5) Digrignare e/o tenere i denti troppo serrati (fenomeno noto come “macinatura dei denti”) è un’abitudine deleteria per lo smalto che verrà eroso e quindi esporrà alla sensibilità.

6) La rottura di un dente.

7) Per un breve periodo durante o in seguito alla pratica dello sbiancamento dei denti, alcuni soggetti possono accusare sensibilità.

 

CIRCOSTANTE IN CUI I DENTI SONO SENSIBILI

Quando si beve o mangia qualcosa di freddo, anche la stessa aria gelida contro i denti oppure a volte anche mangiando o bevendo qualcosa di caldo; sempre rimanendo in ambito alimentare, assumendo dolci o bevande acide. Il dolore può essere peggiore rispetto a precedenti situazioni analoghe e addirittura manifestarsi a intermittenza.

 

COSA EVITARE

Semplicemente bisogna evitare tutti quei cibi e bevande che sappiamo provocarci sensibilità, così come l’uso dell’acqua fredda. È molto importante evitare di lavarsi i denti in maniera saltuaria e sporadica perché il problema non farebbe altro che peggiorare.

 

COSA FARE

Rivolgersi al proprio dentista di fiducia quando si è constatato che il trattamento seguito, almeno per un arco di alcune settimane, non ha portato giovamenti.

 

COSA FA IL DENTISTA

Attraverso un esame scrupoloso espone i sintomi in questione e andrà alla ricerca delle cause della sensibilità; fatto ciò studia il miglior modo di contrastarla. Possono, in questa fase iniziale, venir somministrati da parte del team medico dei prodotti speciali con caratteristiche che riducano la sensibilizzazione, ovviamente allo scopo di alleviare le sintomatologie: vernici al fluoro, gel, risciacqui. In linea generale la sensibilità dei denti può richiedere del tempo per venir risolta e, quindi, possono rendersi necessarie più sedute di trattamento. Se poi il problema dovesse sussistere, l’odontoiatra valuta il sigillo e il riempimento del collo del dente, proprio dove gengiva e dente si incontrano. Questo per andare a coprire e proteggere la parte esposta della dentina. Caso ancor più grave è rappresentato dal riempimento delle stesse radici del dente.

 

IL TRATTAMENTO DEI DENTI SENSIBILI A CASA

Innanzitutto ci si deve munire di dentifrici specifici per denti sensibili, il mercato ne propone diversi. Il dentista di fiducia deve essere in grado di consigliare quello più adatto alle proprie esigenze; bisogna aggiungere che questi prodotti hanno bisogno di alcune settimane per vedere espressi efficacemente i propri effetti.

 

LA PREVENZIONE

Bisogna lavarsi i denti l’ultima volta la sera e almeno un’altra volta durante il giorno usando un dentifricio contenete almeno 1350 ppm (parti per milione) di fluoro. Nel lavarli è bene agire con piccoli movimenti circolari mediante uno spazzolino dotato di setole medio-morbide. Evitare di lavarsi i denti da un lato all’altro. Lo spazzolino va cambiato ogni due o tre mesi o, evidentemente, prima se è molto consumato. Appena si è mangiato non è bene spazzolare i denti perché alcuni cibi o bevande possono ammorbidire lo smalto; un’ora di tempo di attesa è consigliabile. Sarebbe meglio assumere il meno possibile cibi e bevande zuccherate, gassate e acide. Se si digrignano i denti è bene valutare l’utilizzo, la notte, di un paradenti. Infine, prima di operare uno sbiancamento, va segnalato al dentista il fatto che i propri denti siano sensibili.


STUDIO DENTISTICO CAPPELLETTI DR. LUIGI
PI 02560940245
C.F. CPPLGU64B16G224W

Per informazioni scrivere a: info@smilegarden.it


Seguici su:



SEDE DI VICENZA
Via Carlo Mollino, 35
36100 Vicenza
Tel. 0444 304919
Cell. e WhatsApp 346 3091669

ORARI DI APERTURA DELLO STUDIO   
Lunedì         9:00 - 19:30
Martedì       9:00 - 19:30
Mercoledì   9:00 - 19:30
Giovedì       9:00 - 19:30
Venerdì       9:00 - 16:00 (solo urgenze)
Sabato        2 sabati/mese 9.00 - 13.00

SEDE DI CORNEDO VICENTINO
Via G. Garibaldi, 12
36073 Cornedo Vicentino (VI)
Tel 0445 952202
Cell. e WhatsApp 348 2976312

ORARI DI APERTURA DELLO STUDIO
   
Lunedì         14.00 - 20.00
Mercoledì   10.00 - 20.00
Venerdì       14.00 - 20.00





Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi